ADANI: “Vi racconto di quella volta che Lassissi discusse con Terim. Quando tornava dalla Costa D’Avorio era sempre stremato, ecco perché…”

Nel corso della trasmissione Twitch di Christian Vieri, La Bobo Tv, si è parlato di un ex giocatore viola, Saliou Lassissi.

Questo il ricordo di Cassano: “Quando sono arrivato alla Roma nel 2001 è arrivato anche lui. È stato sfortunato quando con il Boca Juniors si è rotto tibia e perone e poi non ha più giocato, o comunque ha giocato poco. Io con lui avevo un rapporto stupendo, una volta esagerai a prenderlo in giro e mi alzò di peso. Da quel momento in poi gli dissi “Tu sarai il mio bodyguard”, aveva una forza impressionante, faceva scappare tutti dalla paura. In campo poi era tanta roba, ti veniva a prender a 50 metri dalla porta”.

Daniele Adani invece ha aggiunto un altro aneddoto: “Nel 2000 alla Fiorentina, Terim non lo faceva giocare, però non lo lasciava neanche andare al Napoli che lo voleva a gennaio. Lassissi andò allora nello spogliatoio del mister e gli disse: “Tu sei imperatore ma io a casa mia sono il capo tribù. Da oggi voglio giocare sempre sennò con me finisci male”. Come giocatore è difficile da descrivere, aveva una tecnica che lo faceva sembrare simile a Thuram, però giocava a modo suo, faceva fatica ad allinearsi alle letture del nostro calcio, era anarchico. Quando tornava dalla Costa D’Avorio dopo 8/10 giorni non completava un giro di campo, ne faceva uno e si sdraiava per terra. Io una volta gli chiesi cosa avesse fatto per essere ridotto così, e lui mi rispose che andava con 3/4 donne ogni giorno (ride n.d.r.). Per riprendersi ci metteva un mese”.

Invia il tuo commento