Home / Editoriale / A Udine per chiudere il discorso

A Udine per chiudere il discorso

La psicosi da coronavirus contagia pure il mondo del pallone. Dopo i giocatori del Ludogorets blindati da guanti e mascherine, la Serie A si trincera: si gioca a porte chiuse. Udinese-Fiorentina senza tifosi. La conferma arriva in serata.

In questa atmosfera surreale si disputerà a sfida contro i friulani. Gara comunque importante per la lotta salvezza. L’Udinese è reduce da tre pareggi consecutivi e staziona, senza infamia e senza lode, poco sopra la zona rossa. Il gioco non c’è, alcuni interpreti, per citarne uno l’ex obiettivo De Paul, non stanno brillando ma la squadra si sta lentamente allontanando dai bassifondi.

Bassifondi che al momento sono solo un ricordo per la Fiorentina di Beppe Iachini, allenatore che si esalta sempre in queste situazioni. Le tre sconfitte consecutive contro Juventus, Inter e Atalanta erano preventivate. La squadra ha saputo interpretare bene la gara contro la Sampdoria, anch’essa invischiata nella lotta per la salvezza.

Sabato e successivamente contro un Brescia già con un piede in B, la Fiorentina può chiudere questa stagione nata male e che avrebbe potuto finire ancora peggio. La proprietà ha saputo intervenire al momento giusto salvando la baracca.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

L’inutile fiato alle calcolatrici che ci consente Forbes

“Ho troppa voglia di guardare al futuro”: positività e speranza, ma soprattutto grande fiducia, quella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *