A. SOTTIL: “Gattuso mi piace molto, è schietto e ha buone idee. Riccardo? Ha fatto bene fino all’infortunio. Spero si consacri in viola”


Andrea Sottil, ex-difensore viola e padre di Riccardo, è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno per parlare del match di oggi tra Fiorentina e Cagliari, squadra dove è in prestito suo figlio: “La Fiorentina non ha reso quanto ci si aspettava. La proprietà ha formato una rosa competitiva investendo diversi soldi sul mercato, sono arrivati giocatori importanti mantenendo quelli migliori, dunque penso che gli obiettivi erano ben altri.

Vlahovic? Mi aspettavo l’esplosione perché ha sempre dimostrato di avere grandi qualità fisiche, con grande fiuto del gol. E’ un ragazzo di personalità che osa,nonostante la giovane età, ma tutto alla fine è relativo. All’estero i 2002 hanno già campionati sulle spalle, non è una meraviglia. Questa è la dimostrazione che quando si dà fiducia ad un giovane di qualità, giocando si prende fiducia nei propri mezzi e si possono fare cose importanti”.

Su Gattuso, possibile tecnico viola? “Firenze è una grandissima piazza, merita ben altri palcoscenici come l’Europa League per esempio. Rino è tra i top in Italia perché lo sta dimostrando, sta giocandosi un secondo posto facendo un lavoro straordinario così come lo ha fatto al Milan. Mi piace molto come uomo perché è schietto e pratico oltre ad avere grandi idee. Le sue squadre sono aggressive, sanno sempre cosa fare… A me piacerebbe”.

Su Cagliari-Fiorentina? “Match difficile, si gioca per rimanere in Serie A. In queste gare subentrano altri fattori più determinanti dell’aspetto tecnico-tattico, la mentalità è prioritaria: chi arriva meglio a livello di motivazioni, lucidità e spregiudicatezza fa la differenza. Sarà difficile come partita, viaggerà su un confine molto sottile”.

Sulla stagione di Riccardo? “Finché non si è fatto male era una stagione molto positiva, ha fatto bei gol, assist e sempre belle prestazioni. Stava crescendo, è migliorato tanto però il brutto infortunio sul tendine lo ha fatto molto dispiacere… Qua si è trovato molto bene, ma davanti a determinati infortuni devi avere il tempo di recuperare.

Vivrà la consacrazione in maglia viola? “Penso e spero di sì. Ha dimostrato di saperci stare alla grande. Quest’anno è cresciuto e migliorato molto sia fisicamente che tatticamente. Con Di Francesco ha imparato molto a muoversi pure senza palla, se rientrerà sarà un ragazzo con un bagaglio di esperienza importante e se la potrà giocare alla grande”.

Invia il tuo commento