DE SANTIS, “Nico Gonzalez adatto al calcio italiano, nessun giovane italiano ha l’esperienza di De La Vega, su Almada…”


L’ esperto di calcio sudamericano, Lorenzo De Santis, intermediario di mercato, è intervenuto ai microfoni di Lady Radio per analizzare i tanti nomi argentini accostati alla Fiorentina nel corso degli ultimi giorni: Nico Gonzalez a me piace tantissimo, l’avevo visto tre anni fa e già a quei tempi faceva intravedere grandissime qualità. Nasce come esterno offensivo, ama partire da destra e venire dentro il campo dato il suo ottimo piede mancino, ma ha giocato anche da falso nueve sia in Germania che con la nazionale. Due anni fa ho avuto la possibilità di portarlo in Italia, era già nel giro della Nazionale ma lo Stoccarda, malgrado la retrocessione, aveva una situazione florida e non era intenzionato a fare sconti. Gioca in pianta stabile nell’U23 argentina e, pur essendo nel giro della prima squadra, ci sono buone possibilità che il ragazzo prenda parte alle Olimpiadi di Tokyo. Ha avuto qualche contrattempo fisico quest’anno, ma precedentemente è stato quasi sempre bene quindi è un giocatore integro. Per me è adatto all’Italia ed al calcio europeo in generale… La giovane età unita al passaporto comunitario lo rendono un profilo di primissimo livello. De La Vega? Sono giocatori che hanno fatto già molto bene. Ha 20 anni ma ha collezionato già un numero di presenze interessanti, difficile trovare un italiano con tanta esperienza… Il Lanus è la società che sta meglio economicamente in Argentina, è una bottega molto cara e non è facile scendere a patti con loro. E’ un esterno offensivo destro di piede, ha passaporto comunitario, e per me è adatto al gioco di Gattuso. L’unico difetto è che segna ancora troppo poco per la qualità che ha e per la sua posizione in campo. Almada? Rispetto agli altri due ha la complicanza del passaporto extracomunitario, ha una storia non semplice e ciò ha condizionato talvolta il suo rendimento. Quest’anno non è stato molto concreto al Velez, ma rimane centrale nel progetto… Mi ricorda Insigne per le movenze che ha”.

Invia il tuo commento