Home / News / ZAZZARONI, 20% dei positivi di mercoledì sono giocatori viola. A cosa è servito il lockdown in Toscana?

ZAZZARONI, 20% dei positivi di mercoledì sono giocatori viola. A cosa è servito il lockdown in Toscana?

Nel proprio editoriale di oggi, il direttore del Corriere dello Sport, Ivan Zazzaroni, ha parlato così della questione asintomatici non nominati e della ripresa del campionato:
“Ribadisco: non tutti quelli che denunciano la presenza di un AA sono contrari alla ripartenza, sarebbe tuttavia opportuno che anch’essi indicassero i nomi dei positivi. È sempre utile sapere chi, nel caso in cui si ricomincerà a giocare, risulterà sottoposto a quarantena e chi no: il povero Pezzella, uscito indenne dal Covid e inserito da una mano social tra i “nuovi appestati”, ha dovuto chiarire pubblicamente che non rientrava nella lista. Ieri il presidente di una società di B più curioso e sospettoso di altri ha chiesto a un suo ex giocatore tesserato per una squadra molto “colpita” se gli avessero rivelato l’identità dei compagni contagiati. Risposta: «Non ci hanno detto nulla». Strano. Della categoria “stranezze” fa parte anche quest’altra segnalazione: mercoledì in tutta la Toscana si erano registrati 26 positivi, il giorno dopo 30. Possibile che il 20% fosse rappresentato da giocatori e staff della Fiorentina? Da quelle parti il lockdown non è servito a nulla? La mia solidarietà va a Giuseppe Barone che ha sempre condiviso la battaglia di Federazione e Lega: preciso che nella fase iniziale tanto la Samp quanto la Viola si erano distinte per trasparenza (Pezzella, Cutrone, Vlahovic, Gabbiadini). Da giovedì, invece, il silenzio”.

Leggi Anche

BORJA VALERO, Un Fiorentino a Milano

Una sfida particolare per Borja Valero, appena tornato nella “casa” viola. Subito scontro con il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *