Home / News / TECNOLOGIA, Due fiorentini e la startup che valorizza il calcio dilettantistico

TECNOLOGIA, Due fiorentini e la startup che valorizza il calcio dilettantistico

La tecnologia ormai si sposa sempre meglio con il calcio, qui non parliamo di VAR, ma di uno strumento che farà felici giocatori ed allenatori dilettantistici. Infatti, grazie al brillante colpo di genio di due ragazzi fiorentini è pronto ad arrivare ‘HiGoal”: si tratta di uno strumento in grado di registrare le fasi più importanti delle partite, verrà diffuso per le partite dei giovani, in modo da poter rivedere le loro azioni proprio come accade ai grandi campioni di Serie A.  I due inventori hanno raccontato a FirenzeToday il loro progetto e come nasce:

“Una sera, guardando una partita– racconta Fanfani, il founder di HiGoal –  ci venne in mente l’idea: quanto sarebbe bello, per i ragazzini che giocano nei dilettanti, poter rivedere parate, reti e azioni salienti di tutte le loro partite?”. Oggi quell’intuizione è finalmente realtà.

“Il nostro – spiega Fanfani – è un device che automatizza il processo di ripresa, un’intelligenza artificiale che riconosce le parti del campo come la porta e le linee, oltre ad aver in pratica imparato il gioco del calcio in qualsiasi suo aspetto: se ad esempio c’è una rete, poi successivamente annullata dall’arbitro, l’algoritmo capisce come il mancato rientro delle squadre a centrocampo equivalga alla non convalida del gol, segnalandolo quindi come highlight da moviola”. Il primo prototipo di questa nuova miglioria dovrebbe consistere inizialmente in una videocamera posizionata su un treppiede in grado di registrare il tutto senza movimenti, ma in futuro sarà soggetta ad interessanti innovamenti.

“Il nostro obiettivo – sottolinea Mecocci, cofondatore di HiGoal, con un passato da calciatore professionista nel Prato – è consentire a tutte le società dilettantistiche di autofinanziarsi attraverso i video, ma attualmente abbiamo anche una forte richiesta degli allenatori, che così hanno la possibilità di mostrare alla propria squadra movimenti e situazioni da correggere”. Il processo di realizzazione del software non è stato breve: ci sono voluti due anni e mezzo per renderlo operativo.

“Abbiamo lavorato gomito a gomito con il Media Integration and Communication Center dell’Università di Firenze, collaborando con il professor Alberto Del Bimbo. Questo è stato possibile grazie a dei finanziamenti per le startup innovative messi a disposizione dalla Regione Toscana”, dicono i ragazzi.

Poi un lungo “allenamento” per l’algoritmo sul campo del Bagno a Ripoli: “Occorrono decine di prove per ‘insegnare’ al software le fasi di gioco: un semplice riconoscimento di un’espulsione, per cui stiamo ancora lavorando, presuppone ore ed ore di codici. I risultati però ci stanno premiando”. Il sito al quale viene poi diretamente inviato il montaggio è www.higoal.it.

A dicembre 2017, HiGoal è stato selezionato nel progetto ‘Murate Idea Park’ e da qualche settimana sono cominciati i primi test ufficiali su alcuni impianti sportivi fiorentini. “Cerchiamo investitori per diventare leader italiani ed europei del settore – afferma Fanfani –. Il prodotto ha potenzialità enormi e vogliamo lanciarci anche sul rugby e sul basket”.

 

 

 

 

Leggi Anche

FIORENTINA-EMPOLI, Di Chiara e Banchelli:” Pioli era tranquillo. Iachini nascondeva la cioccolata nei cassetti…”

Pioli e Iachini, avversari domenica prossima sulle panchine di Fiorentina ed Empoli, hanno giocato insieme nella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *