Home / blu / Sportiello o Drawoski? Anche Pioli vacilla…
MOENA (TN),ITALIA 19 LUGLIO 2016 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2016/2017 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. -  NELLA FOTO: FEDERICO CHIESA E BARTLOMIEJ DRAGOWSKI.
MOENA (TN),ITALIA 19 LUGLIO 2016 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2016/2017 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. - NELLA FOTO: FEDERICO CHIESA E BARTLOMIEJ DRAGOWSKI.

Sportiello o Drawoski? Anche Pioli vacilla…

Secondo Stadio  Pioli è giunto ad un bivio: Sportiello o Dragowski come titolare tra i pali viola contro l’Atalanta?
I due portieri viola si giocano il futuro a Firenze in questa settimana, anche sulla base di queste due domande: quanto conviene far riposare almeno per una giornata Sportiello? Quanto può essere utile invece iniziare ad inserire il polacco e cominciare a valutarlo come titolare per la prossima stagione? Le risposte saranno preziose e decisive perché in gioco ci sono le ambizioni personali, il risultato delle partite ma anche sei milioni di euro, cifra necessaria per il riscatto di Sportiello dall’Atalanta.
Gli errori dell’estremo difensore brianzolo contro Bologna e Juventus sono stati due campanelli d’allarme da non sottovalutare, peraltro evidenziati da Pioli in conferenza stampa. Presentarsi fra i pali a Bergamo senza la necessaria tranquillità potrebbe essere controproducente, ma è anche vero che proprio nella gara di andata contro i nerazzurri aveva sfoggiato forse la sua miglior prestazione in maglia viola, con tanto di rigore parato al Papu Gomez. Dall’altra parte c’è Dragowski, che cerca spazio dopo aver giocato soltanto in Coppa Italia. Il polacco è di proprietà della società viola, mentre per avere Sportiello sarebbe necessario un esborso. Conviene? E questa è la madre di tutte le domande.

Leggi Anche

slide_kalinic

Alla Fiorentina manca quella prima punta che a Milano ancora stanno cercando?

Come spesso ricordato a destra e a manca, a questa Fiorentina, nonostante il tanto lavoro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *