Home / News / Sottil: “Il mio obiettivo e il mio sogno è l’esordio, magari al Franchi. Papà? Mi ha sempre sostenuto”
slide_sottil_01

Sottil: “Il mio obiettivo e il mio sogno è l’esordio, magari al Franchi. Papà? Mi ha sempre sostenuto”

Riccardo Sottil, attaccante della primavera viola ha parlato, ai microfoni della trasmissione Platinum Calcio, della stagione della Fiorentina Primavera, ecco quanto evidenziato:

“Sabato una vittoria molto importante, ci ha dato morale per andare ancora avanti in queste ultime partite, molto difficili da affrontare. Tra due partite arriva l’Inter e potrebbe essere uno scontro diretto in casa e poi a Torino. Siamo partiti molto bene in campionato, eravamo in vetta e poi un periodo buio dove Inter e Atalanta si sono staccate. Ora è un buon momento e possiamo accorciare, poi chissà…”

Su Bigica: 

“Il mister è un ottimo allenatore, ha dato grinta a questa squadra, come faceva da calciatore. I risultati si stanno vedendo e ci stiamo riuscendo”.

Sui suoi gol:

“Per bellezza sui sette gol, l’ultimo contro il Sassuolo è stato molto bello. Come importanza, però, è stato bello quello della vittoria sull’Atalanta a inizio stagione”.

Sul papà:

“Lui era un difensore, abbiamo caratteristiche diverse. Ha sempre creduto in me senza ossessionarmi. Ha intravisto delle qualità in me e mi ha sempre coinvolto nel suo mondo. E’ il nostro DNA. E’ molto presente ancora oggi, viene spesso in casa a vedermi. Da i giusti consigli ma con molta calma, io accetto e sto zitto”.

Sui giovani italiani:

“Tanti ce ne sono, a partire dal nostro Federico Chiesa, sta facendo grandi cose. Da Barella a Kean del Verona. Poi in europa ci sono talenti fenomenali”.

Sull’idolo:

“Sempre stato Cristiano Ronaldo, però in questo momento per il ruolo Neymar sta facendo cose importanti”.

Su Firenze:

“In città si sente l’aria del calcio, Firenze penso sia bellissima con grande tifoseria, poi venerdì c’è la Juventus, la sognano tutto l’anno”.

Sull’esordio in prima:

“Sogno l’esordio, un obiettivo e un sogno, spero al Franchi”

Su una possibile chiamata dal papà:

“Non è mai facile, e credo non sia giusto come crescita non intraprendere quella strada. Sono scelte ma bisogna vedere”.

Sui gol:

“Voglio arrivare in doppia cifra, sette gol sono buoni ma non sono ancora contento, posso e voglio farne di più, lo pretendo da me stesso”.

Sull’ultima parte di stagione:

“Vogliamo stupire, il sogno è quello di coronare il tutto con una vittoria, ce la mettiamo tutta e speriamo che le cose vadano per il verso giusto”.

Leggi Anche

slide_logoserieb_01-1024x681

SERIE B, E’ ancora caos, chiesto il rinvio di due giornate

Nella giornata odierna si è tenuta presso l’hotel Radisson di Roma l’assemblea dei rappresentanti delle …

1 Commento

  1. Enzo Pettirossi

    Spero che Pioli non sia così stupido a ignorarlo, questo è bravo è un altro Federico Chiesa, non si può sprecare un talento del genere, alla Fiorentina non potete continuare a sbagliare i giovani saranno il futuro della Fiorentina, non mi mi sembra che Pioli sia l’uomo adatto per sviluppare la politica dei giovani, l’allenatore giusto per sviluppare questa politica è Gasperini .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *