Home / News / SILVIA BERTI: “Ho creduto alle parole come ‘progetto’ ma non hanno voluto…”

SILVIA BERTI: “Ho creduto alle parole come ‘progetto’ ma non hanno voluto…”

Questo il post facebook dell’ex storica addetta alla comunicazione della Fiorentina, Silvia Berti. Queste le parole sulla situazione attuale in casa gigliata:

“Nell’agosto del 2002 ero in Spagna e piansi, di gioia. La mia Fiorentina aveva un futuro. Con orgoglio e passione ne ho fatto parte fintanto che non sono stata scomoda. E questo perché ci credevo. Ho creduto alle parole come “progetto”, ho creduto che saremmo diventate “una grande”, ho creduto che “avremmo vinto lo scudetto”. Oggi, come quell’estate del 2002, ho pianto, di tristezza. Mi sento profondamente stupida e ingenua per aver creduto. Detesto aver fallito nel tentare di spiegare Firenze, di spiegare e far apprezzare l’amore per la Fiorentina. Non hanno voluto capire e lo hanno ampiamente dimostrato.
Ma le lacrime di oggi sono anche di commozione per quella stessa passione che provo da sempre e che oggi è stata esaltata dai canti e dalle bandiere viola. La Fiorentina è gente come me, passionale, irrazionale, innamorata e, come ha scritto Oriana Fallaci: “Per non assuefarsi, non rassegnarsi, non arrendersi, ci vuole passione”. #WFirenze”

Leggi Anche

RASSEGNA STAMPA, I titoli dei quotidiani sportivi in edicola

Questi i titoli e le aperture dei principali quotidiani sportivi e non solo, a tiratura sia nazionale che …

1 Commento

  1. Cara Silvia berti te come tanti liberi di dire e fare quello che volete, ma la verità purtroppo è quella che dice Diego! I discorsi se li porta via il vento! Nn vi rendete conto di quello che dite! Purtroppo quanda sarà caos dopo piangere o tt! È facile parlare bla. Bla bla! Sfido chiunque a dire che all’inizio campionato nn eravamo competitivi! Purtroppo a volte il campo parla in modo diverso vedi l’atalanta con tre scarti un raccattato come masiello è 3 in classifica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *