Home / blu / Senza anima ed orgoglio. Sousa, siamo vicini alla resa dei conti
FIRENZE,ITALIA 14 FEBBRAIO 2016 - CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO SERIE A 2015/2016 - A.C.F. FIORENTINA VS INTER. -  NELLA FOTO: PAULO SOUSA.
FIRENZE,ITALIA 14 FEBBRAIO 2016 - CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO SERIE A 2015/2016 - A.C.F. FIORENTINA VS INTER. - NELLA FOTO: PAULO SOUSA.

Senza anima ed orgoglio. Sousa, siamo vicini alla resa dei conti

Quella che doveva essere l’ultima occasione per giocarsi un posto in Europa si trasforma prestissimo in un incubo totale. Napoli-Fiorentina rappresenta al meglio la stagione della squadra di Sousa. Viola mai in partita, al cospetto di un Napoli che diverte e si diverte a farsi beffe della Fiorentina. Kalinic e compagni cadono sotto i colpi di Insigne e Mertens, senza battere ciglio. Un acuto di Ilicic e poco altro, non possono bastare un paio di occasioni salvate da Reina per pensare che la Fiorentina sia stata in partita anche solo per pochi minuti.

Al San Paolo va in scena un atto tristissimo, il punto più basso della stagione della Fiorentina. Zero grinta, zero voglia, l’assenza di due leader come Astori e Borja Valero affossa in modo totale i compagni alla deriva. Anche perché dalla panchina non arrivano input. Paulo Sousa, che ripropone Bernardeschi sulla destra, rimane seduto ancora una volta per tutta la gara. Un segnale chiaro, probabilmente l’ennesimo messaggio rivolto alla società, che ormai lo ‘sopporterà’ per un’altra settimana e poi gli dirà addio. Unico aspetto positivo: non aver indossato ed infangato la maglia viola, almeno la figuraccia è stata fatta con la terza color aragosta.

La conferma del tecnico portoghese, prima in estate e poi a gennaio, è stato l’errore più grande di Corvino e di tutta la società. Ancora di più del mercato. Non aver capito che Sousa non avrebbe dato niente alla squadra è stato errore grave. Non aver compreso che i problemi tra lui e la società fossero insanabili ha affossato la stagione della Fiorentina. Temi ed argomenti da affrontare dalla prossima settimana in avanti, quando Sousa ha promesso di parlare a viso aperto per chiarire i suoi comportamenti. Sarà l’ultimo atto della sua esperienza in viola. Un’esperienza all’inizio esaltante, ma da un anno e mezzo apatica. Senz’anima e orgoglio. Come la Fiorentina vista a Napoli. Né più, né meno. E allora, aspettiamo ancora una settimana e poi voltiamo pagina definitivamente.

Leggi Anche

slide_preziosi_01

GENOA, Anche il grifone si complimenta con la Lega

“Il Presidente Enrico Preziosi e tutto il Genoa Cfc ringraziano la Lega Serie A e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *