Home / Editoriale / SCHEDA/VIDEO, Conosciamo meglio Alban Lafont nuovo titolare viola
Featured Video Play Icon

SCHEDA/VIDEO, Conosciamo meglio Alban Lafont nuovo titolare viola

La Fiorentina sembra aver trovato l’erede di Marco Sportiello per la prossima stagione. Si tratta di Alban Lafont, classe ’99, di nazionalità francese ma nato a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso. All’età di nove anni lascia il suo paese d’origine per approdare in Francia e, la sua precedente esperienza tra i pali nell’Étoile Ouagadougou, prosegue con il Lattes piccola compagine transalpina.

Nel 2014, a quindici anni, il Tolosa si interessa all’estremo difensore e lo porta a giocare nelle sue giovanili. Si fa subito notare tra le fila dei Tèfècè e arriva così anche la chiamata per le under della Nazionale.Il suo percorso con le giovanili è davvero breve, perché un anno dopo esordisce in Ligue 1.

In tre stagioni con la compagine francese diventa titolare irremovibile con 98 presenze in Ligue 1 che, inclusi i due turni di playout contro l’AC Ajaccio, salgono a quota 100. Vanno aggiunte 6 presenze in Coppe Nazionali. Esordio con il Nizza nel 2-0 per il Tolosa e 10 clean sheet nell’ultima stagione complicata per i Tèfècè.

Con la Francia ha completato quasi tutto il percorso, partendo dall’under 15, passando per l’esperienza da capitano nell’under 19, con la quale parteciperà all’Europeo di categoria, nel mese di luglio.

Da piccolo amava giocare in attacco e cambiando ruolo non ha perso però le sue importanti doti tecniche con i piedi. Spulciando le sue statistiche salta all’occhio quel 95% sulle uscite alte nei cross avversari. Grande sicurezza accumulata in tre anni da titolare con il Tolosa. Ha avuto modo di responsabilizzarsi lottando spesso per non retrocedere.

Naturalmente appassionato di calcio, tifoso dei Gunners e di Robin Van Persie: “Dai tempi di Van Persie, in pratica, ho ammirato l’Arsenal, non ero ancora un portiere e osservavo le sue giocate. Ma anche dopo che sono andato tra i pali, ho continuato a guardare con piacere gli attaccanti in tv”. Un numero uno che apprezza e rispetta i diretti avversari.

Nella sua breve ma precoce carriera i paragoni non sono mancati. In patria, naturalmente i due maggiori nomi sono Fabien Barthez e Mickael Landreau: “E’ bello aver battuto il record di precocità di Landreau”. Mentre nel panorama internazionale il paragone, vista la sua tenera età ricade sul collega e coetaneo Gigi Donnarumma.

Tralasciando improbabili e ingenerose similitudini, per tanti esperti, la Fiorentina potrebbe assicurare la porta viola per i prossimi anni con un talento da proteggere e responsabilizzare.

Ecco un video che illustra le sue più importanti giocate:

Leggi Anche

higuain_milan_slide

SERIE A, Higuain porta avanti il Milan

Finisce uno a zero per il Milan la prima frazione di gioco del posticipo delle 18 della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *