Home / blu / SALVEZZA, Tutte le possibili combinazioni in vista dell’ultima giornata

SALVEZZA, Tutte le possibili combinazioni in vista dell’ultima giornata

Quattro squadre nello spazio di tre punti e altri 90 minuti (e oltre) di passione: alla fine, una sola verrà risucchiata nel vortice della retrocessione e in tre potranno festeggiare. Genoa, Empoli, Bologna e Fiorentina – in rigoroso ordine decrescente di classifica – si giocheranno nella prossima e ultima giornata di campionato la permanenza in Serie A in quel calderone di emozioni che è improvvisamente diventata la lotta salvezza, merito o colpa – a seconda dei punti di vista – dell’exploit clamoroso dell’Empoli, che con i 9 punti conquistati nelle ultime tre gare ha risucchiato squadre che si credevano oramai salve. Come ad esempio il Genoa, che non vince dal 17 marzo (2-0 alla Juve) e nelle ultime 11 giornate è riuscito a mettere insieme la miseria di 4 punti. O come la Fiorentina, che non riesce a ottenere tre punti tutti assieme dal 17 febbraio (4-1 in casa della Spal), ha perso le ultime 5 di fila e nelle ultime 13 giornate ha racimolato appena 5 punti. Le due – incredibile scherzo del destino – si ritroveranno di fronte proprio all’ultima giornata al Franchi, in quello che sarà un vero e proprio scontro salvezza. Tutto ruota attorno alla fatidico numero 40 andiamo a vedere perché.

Partiamo dalla classifica, la cosa più importante. La terzultima al momento è il Genoa che con i suoi 37 punti fissa a 41 la quota salvezza certa al momento. Punteggio raggiunto in questa giornata sia dal Cagliari (1-1 col Genoa), sia dal Parma (1-0 alla Fiorentina), che dunque sono salveE’ salva anche l’Udinese: nonostante abbia solo 40 punti e possa ancora essere raggiunta dal Genoa (in caso anche di contemporanea vittoria dell’Empoli a Milano) e ritrovarsi in varie situazioni di classifiche avulse – ovvero con più squadre a 40 – godrebbe in qualsiasi caso del vantaggio degli scontri diretti (che poi vedremo nel dettaglio). A 38 c’è l’Empoli, che dopo aver battuto 4-1 il Torino si è tolta dal terzultimo posto ma ora è attesa dalla trasferta di Milano. A 40, infine, Bologna e Fiorentina. La squadra di Mihajlovic ha ancora due partite a disposizione, anche se difficili (Lazio fuori e Napoli in casa), per fare un punto e già domani potrebbe tirarsi fuori dalla lotta salvezza. Anche alla Fiorentina basta un punto, ma il fatto che di fronte si ritrovi proprio il Genoa complica di molto la situazione: in caso di vittoria dei rossoblu e di arrivo delle due squadre a 40 bisognerebbe prima vedere il risultato dell’Empoli a Milano e poi capire se il Bologna sia riuscito a fare un punto. Altrimenti cominciare a prendere la calcoltrice e calcolare i vari aspetti delle classifiche avulse. Insomma, tanti numeri e tante ipotesi. Vi gira la testa? Ecco un riassunto schematico per capire cosa serve alle varie squadre per salvarsi e tutti i dettagli delle diverse classifiche avulse possibili.

COSA SERVE ALLE SQUADRE PER SALVARSI

PARMA 41 punti – SALVO

CAGLIARI 41 punti – SALVO

UDINESE 40 punti – SALVA

GENOA 37 punti
(gioca fuori casa contro la Fiorentina)
Si salva se:
– Fa un risultato migliore dell’Empoli
– Se vince (tranne nel caso di arrivo a pari punti con Udinese e Fiorentina: in questo caso deve vincere con almeno due gol di scarto)

EMPOLI 38 punti 
(gioca fuori casa contro l’Inter)
Si salva se:
– Se vince
– Fa lo stesso risultato (o migliore) del Genoa

FIORENTINA 40 punti
(gioca in casa contro il Genoa)
Si salva se:
– Non perde
– Se perde e l’Empoli non vince
– Se perde con un gol di scarto: ma solo se perde anche l’Udinese

BOLOGNA 40 punti
(gioca domani contro la Lazio a Roma, e l’ultima in casa contro il Napoli)
Si salva se:
– Fa almeno un punto nelle prossime due partite
– Sa le perde entrambe e l’Empoli o il Genoa non vincono
– Se le perde entrambe (ed Empoli e Genoa vincono) ma si devono verificare due condizioni
• il Genoa vince con almeno due gol di scarto
• l’Udinese deve fare almeno un punto

CLASSIFICHE AVULSE

ARRIVO A 38
Empoli-Genoa
: retrocede Empoli per gli scontri diretti (ha perso entrambe le sfide contro i rossoblu, 2-1 a Genova e 3-1 in Toscana)

ARRIVO A 40
Genoa-Fiorentina
: retrocede Fiorentina per gli scontri diretti (pareggio per 0-0 al Ferraris e teorica vittoria del Genoa al Franchi)

Genoa-Fiorentina-Udinese: è uno dei casi più complicati. La classifica avulsa dice 5 punti a testa, quindi a decidere sarebbe la differenza reti sempre nella classifica avulsa. L’Udinese è in vantaggio rispetto alle altre due quindi sarebbe salva, mentre al Genoa dovrebbe servire una vittoria con due gol di scarto, proprio per migliorare la differenza reti rispetto alla Fiorentina. In caso disconfitta dell’Udinese e di vittoria dell’Empoli contro l’Inter, dunque, al Genoa serve una vittoria con due gol di scarto a Firenze per salvarsi e mandare in B i viola.

Genoa-Fiorentina-Bologna: altro caso complicato. In caso di vittoria del Genoa a Firenze, infatti, Bologna e Fiorentina avrebbero gli stessi punti nella classifica avulsa (3) e a decidere la retrocessione sarebbe in quel caso, come quello appena sopra, la differenza reti negli scontri diretti. Dunque dipenderà anche in quel caso dal tipo di vittoria che il Genoa otterrà a Firenze: in caso di successo con un solo gol di scarto retrocederebbe il Bologna, in caso di successo con 2 o più gol di scarto, retrocederebbe la Fiorentina

Genoa-Fiorentina-Bologna-Udinese: retrocede il Bologna per la classifica avulsa.

Lo riporta Sky Sport

Leggi Anche

DE ROSSI, L’idea di Commisso esiste, palla al centrocampista

La pista De Rossi-Fiorentina esiste, come le idee del Bologna e della Samp oltre a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *