Home / blu / RIPARTE LA COPPA ITALIA! PRECEDENTI, AVVERSARI, MOTIVAZIONI E UNA SOLA PAROLA D’ORDINE: VIETATO SOTTOVALUTARE

RIPARTE LA COPPA ITALIA! PRECEDENTI, AVVERSARI, MOTIVAZIONI E UNA SOLA PAROLA D’ORDINE: VIETATO SOTTOVALUTARE

“E’ un trofeo importante, non sarà un percorso facile ma giochiamo per vincere e metterò in campo la formazione migliore”.  Con queste parole ieri in conferenza Stefano Pioli ha voluto salutare l’inizio della Coppa Italia. Messaggio chiaro e senza paura di fraintendimenti: la Fiorentina deve provare a vincere, vietato sottovalutare la competizione.

Eh già, perchè il trofeo da alcuni snobbato e poco considerato, per i viola può rappresentare invece un successo che può cambiare una stagione. Se i cinque milioni circa destinati al vincitore non dovessero bastare, se la qualificazione diretta all’Europa League non fosse incentivo abbastanza, visto una classifica quanto mai altalenante in campionato, se la possibilità di giocarsi un altro titolo ufficiale, la Supercoppa Italiana, non servisse a fare gola, resterebbe comunque  la necessità di smuovere una bacheca ferma, manco a dirlo, ad una Coppa Italia vinta nell’ormai lontano 2001. Davvero troppo tempo per una piazza come Firenze.
Pioli in conferenza ha voluto mettere le mani avanti. La scalata è difficile, i club importanti intenzionati a vincerla, Juventus in testa, a caccia dell’ennesima vittoria, sono tanti. Non deve essere però una giustificazione. Nelle gare ad eliminazione diretta non sempre vale la legge del più forte. A volte basta quella di chi ci crede di più.

Soprattutto in una competizione con con cui, a guardare bene, i viola nel corso degli anni hanno mostrato un certo feeling. Se si guarda l’albo d’oro del torneo infatti in 71 edizioni i viola hanno portato a casa la vittoria finale 6 volte (1940,1961,1966,1975,1996,2001). Meglio dei gigliati solo Juventus (13), Roma (9) e Inter (7). A queste sono da aggiungere 4 secondi posti. Numeri di tutto rispetto che dimostrano come la Fiorentina in un torneo come questo possa dire la sua al tavolo dei grandi. A patto, ovviamente, che si colgano le occasioni e che fare bene in questa competizione diventi a tutti gli effetti uno degli obiettivi principi stagionali.

A partire proprio da domani. Un avvio che per i gigliati sa subito di prova del nove. Il Torino è un avversario tutt’altro che semplice. In campionato la sfida ai posti europei con i granata è ormai da qualche anno una costante per i viola. Anche in Coppa Italia però la sfida tra i piemontesi e i toscani non è certo una novità.
Sono 10 infatti le volte in cui le due squadre si sono trovate di fronte nel torneo. I precedenti sorridono ai viola, vincitori per 4 volte contro le due granata (tra i successi anche un importante trionfo in semifinale nel 1960, con i viola poi sconfitti ad un passo dal trofeo). Quattro anche i pareggi. L’ultimo precedente risale al 2008, una vittoria granata per 1 a 0 proprio agli ottavi di finale.

La speranza dell’ambiente viola è che i ragazzi di Pioli rispondano presente come di fronte al difficile sorteggio degli ottavi dello scorso anno contro la Sampdoria. Quella volta però il cammino si interruppe nel quarto di finale contro la Lazio.

La Fiorentina e la Coppa Italia. Su il sipario. Domani un nuovo capitolo.

 

Leggi Anche

PEZZELLA, Esordio da dimenticare con l’Argentina in Coppa America

Coppa America, la Colombia batte 2-0 l’Argentina in una partita da dimenticare per il capitano della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *