Home / Editoriale / Prove tecniche di Coppa

Prove tecniche di Coppa

Niente di meglio dell’odiatissima Juventus per mettere alla prova la Fiorentina del Montella bis.

C’è poco tempo per raccordare una Fiorentina frastornata dall’addio di Stefano Pioli ma Montella farà di tutto per arrivare pronto all’appuntamento di Bergamo. Adesso c’è la Juve.

Timidi segnali di ripresa dal reparto arretrato. Buona prova del redivivo Federico Ceccherini, abile nella marcatura a uomo: caratteristica utile in vista dell’Atalanta. La Fiorentina non manteneva la propria porta inviolata dallo scorso 9 febbraio, 0-0 con il Napoli. Allora fu decisivo Alban Lafont, domenica scorsa la difesa ha fatto buona guardia. Sebbene contro un avversario non troppo temibile.

Un reparto nel quale l’Aeroplanino dovrà intervenire con la mano pesante è il centrocampo. Edimilson Fernandes è pronto a tornare al ruolo di regista davanti la difesa liberando Jordan Veretout. Il francese, spaesato da questo adattamento forzoso, tornerebbe al ruolo che più esalta le sue caratteristiche: la mezz’ala. Libero da compiti di regia e libero di inserirsi. L’altra casella sarebbe occupata da uno fra Gerson, Dabo, Benassi. Non è da escludere però un nuovo assetto tattico: un 4-2-3-1. In quel caso la mediana sarebbe composta solo da Veretout e Fernandes. Per adesso Montella cerca di adattare alla sua idea di gioco. In estate – per la verità già nello scorso mercato di riparazione si doveva – si dovrà necessariamente inserire un regista. Una pista è quella di Andrea Bertolacci: l’ex Genoa non ha convinto al Milan e ha il contratto in scadenza il prossimo giugno. In caso di arrivo saranno valutate le offerte per i pezzi più richiesti ovverosia Veretout e Benassi. Da valutare le situazioni di Gerson e Fernandes con il secondo decisamente più.

Capitolo attacco. Il goal manca dal pirotecnico 2-2 con la Roma (3 aprile). I guai di Chiesa e la scarsa vena realizzativa di Muriel e Simeone hanno affievolito il bottino di reti, già per altro non esaltante. L’attaccante colombiano manca l’appuntamento con la rete da inizio marzo. Indubbio però che per arrivare a concretizzare prima si debba costruire gioco. Che manca completamente.

Leggi Anche

EX, Dainelli: “Non mi aspettavo un finale cosi per i viola”

L’ex difensore viola Dario Dinelli, ha parlato alla trasmissione Maracanà del momento viola: “Non avrei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *