Home / News / PRADE’:”Ho vissuto in prima persona il dramma del Virus. Ringrazio tutti per il sostegno”

PRADE’:”Ho vissuto in prima persona il dramma del Virus. Ringrazio tutti per il sostegno”

Il ds viola Daniele Pradè ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky. Queste le sue parole.

Sulla positività al Coronavirus: “L’ho vissuto in prima persona. Mi sento portavoce di determinati concetti. Il mio primo pensiero va a chi ha perso i propri familiari in modo tragico, senza potergli dare un saluto. Voglio dare un messaggio di positività. Io ho portato il virus in famiglia. L’ho trasmesso a mia moglie, mia figlia,miei cognati, mie nipoti…soprattutto ai miei suoceri che sono stati ricoverati per 20 giorni. Ringrazio tutti quelli che li hanno aiutati. Per fortuna erano allo Spallanzani che è un’eccellenza. Vedere ammalarsi tutti in famiglia è stato il momento più brutto. Eravamo in 9. Febbre, tosse, non riesci neanche ad alzarti dal letto. Quando vedi arrivare l’ambulanza che porta via i tuoi suoceri…ringraziando Dio lo abbiamo superato.

Sui casi alla Fiorentina: “Appena successo ci siamo chiusi e abbiamo preso tutte le precauzioni. Ma in quel momento non c’erano tamponi..non c’erano niente e non si sapeva molto. Avevamo il Virus in casa e non lo sapevamo. Per questo stando al centro ci siam contagiati in tanti Lo stesso è successo alla Sampdoria. Ripartenza? Quando hai le precauzioni il calcio può essere un veicolo. Importante iniziare a giocare. Il rinascimento parte dalle cose popolari come lo sport. Ripartenza graduale, dovremo condividere con il virus e abituarci. Giocare senza tifosi male necessario”

Sul sostegno da parte del mondo del calcio: “Grande sostegno da parte della Fiorentina…è stato qualcosa di particolare. Commisso ha chiamato tutti i giorni. Barone chiedeva aggiornamenti tre volte al giorno. Ho avuto vicinanza da parte di tutti nel mondo del calcio. Anche Lotito mi è stato molto vicino. Anche gli stessi giornalisti…tutti sapevano ma hanno rispettato la privacy”

Sulla proposta di rinnovo : “Ero in scadenza e mi è stato proposto il rinnovo di contratto il giorno di Pasqua per mail. Era un momento particolare…mia suocera stava male e non vedevo la mia famiglia da giorni. Mi ha commosso. Se l’ho firmato? Ora non c’è più bisogno (ride ndr)”

Sul mercato: “Come tutti dovremo stare attenti ai bilanci, ma non abbiamo necessità di svendere. Abbassamento dei prezzi potrebbe essere un bene. Non sarà mercato dopato. Noi partiti in anticipo rispetto ad altri. A Gennaio fatto lavoro importante. Dovremo completare la rosa. Il nostro lavoro? Ora saremo a distanza ma tornerà alla normalità”

Su Iachini: “Con Iachini rapporto bello. Con Barone e Commisso ci siamo detti che avremo parlato a fine stagione e avremmo visto. Noi siamo contenti del lavoro fatto. Vediamo cosa succede e come sarà il proseguo, poi prenderemo una decisione.”

Su Ribery: “E’ nel progetto al 100 per cento. E’ contento di stare alla Fiorentina. Il prossimo anno troveremo i ragazzi più maturi.”

Sul Mercato: “Sarà un mercato rivisto e ricorretto, ma quando una società è forte come la Fiorentina si può arrivare su tanti obbiettivi. Importanti scegliere obbiettivi giusti che abbiano voglia di venire da noi. Vogliamo essere punto di arrivo e non di partenza”

Su Chiesa:“Commisso ha detto niente contropartite? Quello che dice è legge (ride ndr). Noi non vogliamo far partire nessuno. Non abbiamo la necessità. Nessuno ad oggi ha chiesto di andare via. Chi resta deve avere voglia. Saremo competitivi e i giocatori lo sanno. Rapporti con la famiglia Chiesa ottimi. Quello che succederà si vedrà. Le decisioni saranno di tutti e due”

Sulla linea verde e Commisso: “Sarà anche la forza del futuro. Sta facendo grandi investimenti, come il centro sportivo, dove vogliamo crescere giovani talenti. Il tempo ci darà ragione. Commisso è una delle persone genialoidi…con la sua semplicità e forza ti trasmette il suo dna. E’ un lavoratore, umile..ancora oggi va a lavoro ogni giorno. Si è costruito da solo. Personaggio di crescita importante. Se lo lasciano lavorare farà cose importanti. Servirà tempo. Una volta che il presidente mette i soldi i calciatori li trovi”

Sulle positività al Virus: “I giocatori sono quasi tutti negativi. Penso per questa settimana di avere tutti a disposizione. Io ci ho messo 48 giorni prima di essere negativo. E’ stata lunga e faticosa. Ho avuto grande paura per i miei suoceri. E’ stato un periodo duro. Non riuscire a vederli, toccarli. E’ emotivamente forte. Li vedi andare e non sai quando li rivedi”

Sulla reazione del Virus: “Ho la carica. Mi sento di dare il massimo. Mi sento stanco fisicamente ma con una fortissima energia mentale.”

Sul calcio che verrà: “Sarà bello. Ci sarà un rinascimento, anche dei valori”

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

NAPPI: “La Fiorentina può fare un’ottima stagione”

Ecco le dichiarazioni di Marco Nappi ai microfoni di TMW Radio: Chi la incuriosisce di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *