Home / News / Pioli si prepara per l’Udinese nel segno della costanza
MOENA (TN),ITALIA 08 LUGLIO 2017 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2017/2018 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. -  NELLA FOTO: STEFANO PIOLI.
MOENA (TN),ITALIA 08 LUGLIO 2017 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2017/2018 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. - NELLA FOTO: STEFANO PIOLI.

Pioli si prepara per l’Udinese nel segno della costanza

Come riporta oggi il QS, Pioli non cambia e prosegue per la sua strada. Spazio quindi al 4-2-3-1, pronto a trasformarsi in un 4-3-3 più equilibrato e, soprattutto, più adatto a mettere in risalto le qualità di un giocatore chiave, come Benassi, pronto ad affiancare nelle linea mediana Badelj e il sempre più convincente Veretout. Il francese è una piacevole realtà in questo avvio di stagione e sta convincendo anche gli scettici, pur avendo ancora strada per affermarsi da queste parti. Con il passare delle partite da uomo di fatica e corsa si sta rivelando anche prezioso in fase offensiva. In attacco confermato Simeone che potrebbe essere il vertice dell’attacco, affiancato da Chiesa a destra e Thereau a sinistra, pronti a scambiarsi le corsie.

DICIAMO pure che le scelte sono abbastanza obbligate, se si esclude l’eterno ballottaggio che ci accompagnerà da qui alla fine della stagione – salvo passare a tre in difesa, opzione su cui Pioli sta lavorando – su chi occuperà le corsie esterne nello scacchiere difensivo a quattro pedine. Laurini pare aver ancora la meglio su Gaspar e Biraghi su Maxi Olivera. Per il resto la forma ancora lontana dall’essere al top di Eysseric e le non buone condizioni fisiche di Gil Dias impongono scelte ben definite. Semmai il portoghese sta stringendo i tempi per recuperare prima possibile dall’infortunio patito in nazionale (frattura deli mignolo). Ma negli ultimi allenamenti l’esterno offensivo ha forzato, senza accusare particolari fastidi e potrebbe andare almeno in panchina a Benevento. IL FRANCESE ex Nizza ha recuperato la problema alla caviglia, ma la lunga sosta gli ha fatto perdere la condizione e di lavoro da fare ce n’è ancora parecchio. Gli spiccioli di gara – 10 minuti tondi – contro l’Udinese hanno messo in risalto un ritardo di condizione evidente. Recuperarlo, però, è fondamentale per avere più alternative.

Leggi Anche

slide_pjaca_03

TUTTOSPORT, La Fiorentina vuole Pjaca e non molla Chiesa

TuttoSport, oggi in edicola, titola sulla Fiorentina: “La Fiorentina vuole Pjaca. Chiesa non si tocca”. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *