Home / Editoriale / NON METTIAMO CONFINI ALLE EMOZIONI
Nuovo Stadio

NON METTIAMO CONFINI ALLE EMOZIONI

In tempo di crisi è giusto farsi “i conti in tasca”… così l’ipotesi del nuovo stadio della Fiorentina in quel di Campi Bisenzio prende sempre più piede, specie dopo l’incontro avvenuto tra il Sindaco Emiliano Fossi e il dg Viola Joe Barone.
Cinque milioni sarebbe la cifra per i terreni della periferia fiorentina che, oltre a comprendere un’area nettamente più grande (ben 36 ettari), risulterebbe anche decisamente meno dispendiosa in confronto alle richieste giunte dal Comune di Firenze per la zona Mercafir. I terreni sono stati opzionati e, secondo le ultime indiscrezioni, il primo mattone potrebbe essere posato a gennaio 2022, per completare i lavori in circa due anni.
A detta del Sindaco Fossi, c’è massima volontà di collaborazione con gli uffici di Viale Manfredo Fanti, tanto che il 16 giugno sarà adottato il Piano strutturale per la realizzazione di infrastrutture sportive su di una parte dei terreni opzionati, mentre a luglio si conta di avviare l’interlocuzione con la Regione per la co-pianificazione. L’opzione sui terreni ha valenza un anno, anche per questo motivo, come ribadito dal primo cittadino di Campi Bisenzio, ci sarà bisogno di massima collaborazione da parte della Regione e della Città metropolitana. 

Dal canto suo il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, tiene aperti gli spiragli incentrando l’attenzione sul “decreto semplificazione”, carta di finanziamento che potrebbe essere applicata su opere complesse e che a Firenze riguarderebbe, appunto, nuovo stadio ed ampliamento dell’aeroporto.
Nessuna competizione con quest’ultimo, a detta di Fossi, anche se è logico che Nardella privilegi Firenze. Ma quello che più importa, aldilà di confini e codici postali, è dare libero sfogo alla passione e al trasporto viscerale dei tifosi Viola, emozioni che proprio Commisso e Barone sono riusciti a resuscitare dopo troppi anni, emozioni che non possono avere barriere né tantomeno confini!
L’obiettivo, dunque, deve essere solo uno: contribuire tutti uniti per il salto di qualità, perché stiamo parlando dello stadio, o meglio della “casa”, della Fiorentina e di Firenze… non di Campi Bisenzio!

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

MERCATO, Dalbert in Ligue 1: il brasiliano verso il Rennes

Futuro in Ligue 1 per Dalbert. A confermate l’imminente passaggio del brasiliano al Rennes, è stato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *