Home / News / MAN OF THE WEEK: BORJA VALERO, la (probabile) cessione che non ti aspetti. Sindaco addio?
MOENA (TN),ITALIA 10 LUGLIO 2016 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2016/2017 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. -  NELLA FOTO: BORJA VALERO.
MOENA (TN),ITALIA 10 LUGLIO 2016 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2016/2017 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. - NELLA FOTO: BORJA VALERO.

MAN OF THE WEEK: BORJA VALERO, la (probabile) cessione che non ti aspetti. Sindaco addio?

Nell’ultima partita di stagione giocata dalla Fiorentina contro il Pescara al Franchi, Gonzalo Rodriguez, già consapevole che quella sarebbe stata la sua ultima apparizione con la maglia viola, aveva ceduto la fascia da capitano a Borja Valero. Un passaggio di testimone, dunque, come se lo spagnolo fosse stato già designato a rivestire il ruolo di capitano. E adesso, chi se lo sarebbe mai aspettato che il todocampista venuto dal Villarreal sarebbe stato uno dei protagonisti del calciomercato estivo? Qualcuno forse sì. Borja ha 32 anni, non è più un novellino e, da tempo, era risaputa la stima di Spalletti nei suoi confronti. In questi giorni sembra che l’agente dello spagnolo abbia già avuto dei contatti con la dirigenza nerazzurra, per la cui possibile cessione pare che la Fiorentina abbia dato il via libera.

Fare cassa, dunque, è questa la strategia di viale Fanti e Corvino pare essere convinto che l’esperienza fiorentina di Borja sia giunta ai titoli di coda. Il direttore generale ha in mente solo una cosa, rivoluzione, dunque cambiamenti, volti nuovi, anche se questo vuol dire vendere bandiere che, a Firenze, sembravano destinate a diventare glorie da annuali. Allora via libera alle cessioni di Kalinic, Bernardeschi, Vecino, Ilicic, Badelj, Babacar e, appunto, Borja Valero. Con Stefano Pioli si è sancito il via a quella rinascita tanto auspicata, che ha l’obiettivo di ridare nuovi stimoli ed entusiasmo, ad una Firenze ormai da troppo tempo delusa ed amareggiata dalle scelte societarie.

Allora massima apertura al cambiamento, senza la paura di stravolgere quei capisaldi della Fiorentina, che ormai sono giunti a fine carriera.

Sindaco addio? E’ probabile. La volontà del diretto interessato sarà comunque fondamentale per la decisione finale. E’ risaputo che il desiderio di Borja è sempre stato quello di concludere la carriera nel capoluogo toscano e, chissà, un giorno entrare nell’organico viola. Ma, come dire, i sogni non sempre diventano realtà e, le favole, nel calcio, fatte di bandiere immortali, non esisostono più. “E’ la dura legge del gol”-direbbe  qualcuno- fai un gran bel gioco però…”avanti un altro, c’è una rivoluzione da attuare e affari bollenti da concludere.

Leggi Anche

slide-stadio-nuovo-tifosi

Nardella: “Nuovo stadio dominio impostato, i tempi di costruzione sono confermati. Il Franchi comunque non verrà abbandonato…”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato a Radio Bruno del nuovo stadio della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *