Home / Giovanili / Gioventù Viola, tra certezze ed interrogativi

Gioventù Viola, tra certezze ed interrogativi

Dopo un mercato estivo improntato da Pantaleo Corvino sul ringiovanimento della rosa messa a disposizione per Stefano Pioli, è giunto il momento di fare un breve sunto di quanto mostrato sin ora dai giovani under 21 della Fiorentina:
-FEDERICO CHIESA (1997): Considerata l’età anagrafica e l’immenso valore del giocatore non potevamo non ripartire da lui. Nelle 17 presenze in campionato, il fenomeno viola ha realizzato 4 reti e 4 assist con una media realizzativa di un gol per ogni 351 minuti. Viste le aspettative createsi per mano del calciomercato, forse non sono numeri del tutto convincenti ma, andando a ripercorrere nel dettaglio le prestazioni (non ultima quella di Cagliari) e ricordando che comunque si tratta della prima stagione da protagonista nel nuovo progetto viola, il futuro per Federico Chiesa non può che essere splendente e chissà se sarà legato ancora a lungo alla sua Firenze.
-BARTLOMIEJ DRAGOWSKI (1997): In questi due anni il giovane portiere polacco ha fatto parlare di sé più per i malumori per le mancate possibilità di scendere in campo che per le sue qualità effettive. Fortunatamente per lui, Stefano Pioli ha deciso di affidargli momentaneamente il ruolo di primo portiere per la Coppa Italia. La gara contro la Sampdoria e, soprattutto, la sfida di stasera contro la Lazio sono due test impegnativi utili a valutare cosa è in grado di fare Dragowski per la Fiorentina nelle partite che contano.
-NIKOLA MILENKOVIC (1997): Fino a una settimana fa era diventato un oggetto del mistero per tutti, tenendo conto anche dell’investimento fatto da Corvino (5 milioni). Poi, a causa dell’infortunio, eccolo finalmente scendere in campo dal primo minuto contro il Cagliari: una prestazione convincente e che lascia la porta aperta ad ulteriori possibilità di rivederlo in campo molto più spesso.
IANIS HAGI (1998): Per gli appassionati di calcio da lungo periodo, il suo cognome poteva lasciare intendere qualità importanti per la trequarti della Fiorentina. Purtroppo però le aspettative non sono state rispettate, anzi: per il figlio di Gheorghe Hagi si registrano 5 presenze e 2 reti nel campionato Primavera e nulla più. Un bottino assai povero che ha convinto la società a metterlo in lista prestiti per l’imminente sessione invernale di calciomercato.
-RAFIK ZEKHNINI (1998): 3 presenze in Primavera, una sola in Serie A ma dalla durata di appena 9 minuti. I numeri dicono già abbastanza in merito alla prima parte di stagione del giovane norvegese, voluto fortemente da Corvino, che sta trovando enormi difficoltà ad integrarsi nel calcio italiano.
-SIMONE LO FASO (1998): Vista l’abbondante concorrenza in attacco, i 19 minuti giocati a Benevento e le belle parole spese per lui da Stefano Pioli per la giovane seconda punta proveniente dal Palermo occorrerà ancora aspettare per trovare spazio in prima squadra ma le basi sembrano solide e promettenti.

Leggi Anche

Featured Video Play Icon

VIOLA TWEET, Primo appuntamento della giornata in collaborazione con Radio Firenze

In collaborazione con Radio Firenze tutti i giorni l’appuntamento quotidiano con la nostra redazione, Rassegna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *