Home / News / Gazzetta, Calamai su Bernardeschi
bernardeschi

Gazzetta, Calamai su Bernardeschi

Luca Calamai su Gazzetta parla della gara di ieri e del futuro di Federico Bernardeschi: “Baggio, nella primavera del 1991, chiuse la sua prima esibizione da ex al Franchi rifiutandosi di calciare un rigore e uscendo dallo stadio raccogliendo una sciarpa viola. Anche per Bernardeschi poteva essere una notte complicata. Tanti ricordi, tanti fischi. Tanta comprensibile tensione. Ma stavolta è stato un ritorno diverso. Il Federico bianconero è l’eroe di una partita che permette alla squadra di Allegri di riprendersi, almeno per una notte, il primo posto in classifica. Il gol di Bernardeschi è un colpo fuori dal contesto della gara. Una magia da giocatore speciale festeggiata senza ipocrisie, che proietta il talento di Carrara in una dimensione diversa. Ieri, nel momento di maggior sofferenza della Juve, in molti hanno pensato all’assente Dybala, a un campione capace con la sua creatività di risolvere la gara. Bernardeschi non è ancora Dybala, ma sta imparando a essere decisivo in una delle squadre più forti del mondo. E in futuro potrebbe prendere anche tatticamente il posto dell’argentino. La Juve non si stanca mai di vincere e ci riesce anche quando non è al meglio. Avviso ai naviganti, i bianconeri hanno in testa la Champions, ma non hanno intenzione di lasciare niente per strada. (…) Stasera tocca al Napoli rispondere ai bianconeri. La Lazio è una rivale di difficile lettura. Da una parte ci sono il caso Felipe Anderson, il contratto di De Vrij che agita il sonno dei dirigenti e una crisi di appagamento che sembra aver svuotato gambe e testa; dall’altra ci sono il ritorno di Milinkovic-Savic che sposta gli equilibri in campo; il recupero di Lulic che garantisce una bella scossa dentro lo spogliatoio e la serenità che accompagna Luis Alberto e Nani. Tre indizi da una parte, tre indizi dall’altra. (…)La Juve sa come gestire il primato. E ha il vantaggio dello scontro diretto da disputare a Torino.”.

Leggi Anche

Featured Video Play Icon

VIOLA TWEET, Secondo appuntamento della giornata in collaborazione con Radio Firenze

In collaborazione con Radio Firenze tutti i giorni l’appuntamento quotidiano con la nostra redazione, Rassegna …

1 Commento

  1. Bernardeschi non sarà mai Baggio o Dybala. Che corbellerie dici Calamai. Senza quella mezza sega di Sportiello non avrebbe segnato con quella punizione affatto irresistibile. Altro che prodezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *