Home / Foto / FOTO, 100 del Cagliari. C’è anche Davide Astori

FOTO, 100 del Cagliari. C’è anche Davide Astori

30 maggio 1920: il professor Gaetano Fichera, chirurgo di fama internazionale, raduna nei saloni del cinema “Eden” in via Roma i più noti “sportmen” della città per fondare il Cagliari Football Club, per “dare in città e nell’Isola quella larga diffusione che ha ormai raggiunto dovunque il simpatico sport”, come si legge sulle pagine dall’Unione Sarda dell’epoca.

30 maggio 2020: il Cagliari Calcio festeggia i suoi primi 100 anni di vita. Un secolo che ha visto la Società rossoblù crescere ed assumere un ruolo di primo piano nel panorama sportivo italiano. Storie di grandi vittorie, imprese insperate, exploit ottenuti contro ogni possibilità. Su tutte, spicca ovviamente lo Scudetto del 1970, la prima volta di una squadra del Sud. Un exploit legato al nome di Gigi Riva, il più forte attaccante italiano di tutti i tempi, tuttora recordman di gol con la Nazionale (35 in 42 presenze). Gigi è il fiore all’occhiello della nostra storia, un patrimonio da condividere con il calcio italiano, ma che resta orgogliosamente nostro, lui che sardo non è ma ha scoperto di esserlo nel DNA.

A sottolineare la strettissima connessione tra la squadra e il territorio. Il Cagliari è diventato qualcosa di più di una squadra di calcio: è un punto di riferimento per tutto un popolo. Chi arriva, anche da lontano, per indossare questa maglia viene catturato dalla magia dell’ambiente, ne assimila il fascino e ne viene sedotto. E diventa uno di noi. Per sempre.

Come hanno fatto Enzo Francescoli, Daniele Conti, Ricky Albertosi, Nené, Davide Astori, Radja Nainggolan, David Suazo, Luis Oliveira, Pepe Herrera. Poi ci sono i talenti sardi, portatori di un messaggio di appartenenza: Gianfranco Zola, Gianfranco Matteoli, Andrea Cossu, Gigi Piras, Nicolò Barella, Pietro Paolo Virdis. Campioni che hanno reso più felici le nostre domeniche e contribuito a scrivere i capitoli più esaltanti del nostro romanzo.

Sono stati 100 anni vissuti con intensità. Lo sguardo è rivolto verso il futuro. Alle prossime partite, alle prossime sfide. La squadra e la Società sanno come affrontarle: a testa alta, con coraggio, intraprendenza, voglia di superarsi. Gli stessi principi che animavano i pionieri della fondazione.

Buon compleanno, Casteddu!

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

ACF- WOMEN’S, Ufficiale: a sorpresa Alia Guagni lascia le viola

“Fiorentina e Alia Guagni comunicano in comune accordo di interrompere il rapporto che prevedeva la permanenza in viola …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *