Home / blu / Euro -3, perché la Fiorentina e Firenze devono credere nell’Europa

Euro -3, perché la Fiorentina e Firenze devono credere nell’Europa

44 punti, 3 punti di distanza dall’Atalanta, una gara da recuperare a causa di una tragedia. Questa la situazione attuale della Fiorentina, certamente non entusiasmante come ai tempi dei vari Joaquin, Salah, Cuadrado e Rossi, ma alla fine chi mai si sarebbe immaginato una simile progressione della squadra di Pioli? Quarta vittoria consecutiva, una sola rete subita, contro il Torino. Numeri da brividi se si pensa alla situazione in cui si trovava la Fiorentina dopo la vergognosa sconfitta per 4-1 subita in casa dal Verona, ultimo del torneo. Purtroppo la reazione dei viola sappiamo tutti a cosa è dovuta, a colui che da lassù protegge tutti gli undici in campo e li sprona come faceva sul rettangolo verde. E quel ragazzo sprona così bene i suoi compagni che ora la Fiorentina si ritrova in un piazzamento completamente inaspettato. L’Europa è vicina, vicinissima, distante solo 3 punti. Vediamo dunque perché la Fiorentina deve credere nel settimo posto.

FORMA: D’accordo, la squadra non è al livello tecnico di qualche anno fa, ma i ragazzi visti ieri in campo sono perfettamente all’altezza di un posto fra le prime sette del campionato. Il lavoro di Pioli e squadra è fruttato, nonostante un avversario nettamente inferiore sul piano del gioco. Se la Fiorentina riuscirà a tornare in campo con la stessa forma messa in mostra contro il Crotone durante le prossime 9 partite, allora si può davvero sperare nel preliminare di EL.

CONDIZIONI DELLE ALTRE SQUADRE: Se la Fiorentina sembra essersi ripresa, altri gruppi sembrano essersi indeboliti. La Sampdoria è in caduta libera, ieri la terza sconfitta consecutiva contro il Chievo e la Fiorentina è riuscita a riagganciarla. Il Napoli, avversario della Fiorentina in data 29 aprile, ha rallentato definitivamente la corsa per lo scudetto contro il Sassuolo: un 1-1 opaco e intanto la Juventus vola per il settimo tricolore. L’unica squadra che sembra tenere botta è l’Atalanta di Gasperini, ieri egemone sull’Udinese, si dovrebbe sperare in una sua frenata perché sono solo 3 i punti che separano la fiorentina dai bergamaschi.

IMBATTIBILITA’ DELLA DIFESA: solo 12 gol subiti nel girone di ritorno dalla squadra di Pioli, di cui solo uno nelle ultime 4 partite. Mantenere una media come quella delle sfide contro Chievo, Benevento, Torino e Crotone consentirebbe ai viola di scacciare più insidie possibili e di mettere al sicuro il preliminare di Europa League.

Ora tocca al campo parlare, già dalla prossima sfida contro l’Udinese il prossimo martedì, nella speranza del quinto successo consecutivo.

Leggi Anche

RASSEGNA STAMPA, I titoli dei quotidiani sulla Fiorentina

Ecco i titoli, oggi in edicola, dei maggiori quotidiani italiani sulla Fiorentina: La Gazzetta dello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *