Home / Esclusive / Tra passato e presente, ed un’accoglienza del Franchi che sarà speciale. Parla il procuratore di Manuel Pasqual: “Emozione forte, poi darà tutto per l’Empoli. Sousa ha fatto la sua scelta, in futuro…”
slide_pasqual_09

Tra passato e presente, ed un’accoglienza del Franchi che sarà speciale. Parla il procuratore di Manuel Pasqual: “Emozione forte, poi darà tutto per l’Empoli. Sousa ha fatto la sua scelta, in futuro…”

L’Empoli nel presente, la Fiorentina nel passato di Manuel Pasqual. Sabato saranno di nuovo contro nella partita del cuore per l’ex capitano viola, che tornerà per la prima volta al Franchi da avversario. Impossibile che per uno che ha raggiunto 350 presenze con la maglia della Fiorentina e ne è stato il capitano, Fiorentina-Empoli sia una partita come le altre: “Il tempo che Manuel ha passato alla Fiorentina, praticamente tutta la sua carriera, è tanto. Negli undici anni che è rimasto a Firenze ha lasciato un segno indelebile – ha detto il suo procuratore Gastone Rizzato in esclusiva a FiorentinaUno.com -. Queste sono cose che non si possono dimenticare in 6/7 mesi. L’emozione sarà forte prima di entrare in campo e al fischio d’inizio, poi in partita Pasqual darà tutto per l’Empoli, fermo restando che alla fine sarà un amico della Fiorentina come lo è sempre stato”.

Avrebbe piacere che lo stadio gli riservasse un trattamento speciale?

“Non lo so, i tifosi gli hanno sempre voluto bene. Non oso immaginare quale sia il trattamento che gli riserverà lo stadio, sicuramente sarà benevolo perché i tifosi sanno cos’ha dato e che tipo di professionista è stato Pasqual”.

Dopo sette mesi come si trova Pasqual a Empoli?

“Manuel sapeva a cosa andava incontro e a Empoli si trova benissimo, lo hanno accolto come una famiglia. È l’ambiente ideale, sapeva che avrebbe dovuto lottare per rimanere in Serie A e lo farà fino alla fine. L’esperienza di Empoli è molto positiva per lui”.

Pensa che Pasqual avrebbe fatto comodo a questa Fiorentina?

“Questo bisogna chiederlo alla Fiorentina, non a me. Pasqual non si pone più questo problema. L’Empoli l’ha voluto fortemente, l’ha trattato bene, lì vive un’esperienza completamente diversa da quella della Fiorentina”.

Manuel ha ancora qualche sassolino nelle scarpe che non si è tolto, sopratutto nei confronti di Sousa…

“Le scelte tecniche vanno rispettate, alla Fiorentina ha sempre avuto un rapporto splendido con tutta la società e con chi ci ha lavorato. Sousa? L’allenatore non è altro che un dipendente come lo è Pasqual, il mister fa delle scelte e stabilisce chi gli può servire o meno. E Sousa su Manuel ha fatto una scelta”.

Nel 2018 quando scadrà il contratto con l’Empoli, Manuel ha intenzione di appendere le scarpette al chiodo?

“Oggi è un calciatore e pensa come un calciatore, magari tra un anno la penserà diversamente”.

In futuro Pasqual e la Fiorentina si potranno riabbracciare?

“Se e quando Manuel deciderà di smettere valuterà i vari scenari che si prospetteranno. Chi ha Pasqual come punto di riferimento avrà sempre da guadagnare. È giusto che una persona come lui rimanga nell’ambiente calcistico”.

Leggi Anche

SLIDE_SERIEA_01

Diritti tv, la risoluzione con Mediapro sarebbe legittima

Questo il parere del consulente legale della Serie A, Alberto Toffoletto, in merito al contratto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *