Home / Esclusive / ESCLUSIVA – L’amore per Firenze, gli occhi del figlio e un consiglio. Michele Serena: “Fiorentina, corri fino alla fine. Gonzalo paga l’età ed a Berna dico…”
slide_micheleserena_01

ESCLUSIVA – L’amore per Firenze, gli occhi del figlio e un consiglio. Michele Serena: “Fiorentina, corri fino alla fine. Gonzalo paga l’età ed a Berna dico…”

Il conto alla rovescia verso Fiorentina-Inter sta per terminare. Il Franchi diventerà il teatro di battaglia fra due squadre che si giocheranno le ultimissime carte per raggiungere l’obiettivo Europa. Tanti i doppi ex che tornano alla memoria, da Frey ad Adriano, passando per Passarella, Toldo, Vieri e molti altri ancora. Fra questi c’è anche Michele Serena, che di partite importanti in maglia viola ne ha giocate eccome: “Non potrò mai dimenticare l’affetto che mi hanno dato i tifosi viola – Racconta in esclusiva ai nostri microfoni – Sa, io da piccolo ero tifoso dell’Inter, ma uno dei miei due figli è nato qui, a Firenze. Ogni volta che lo riguardo negli occhi mi tornano in mente i bellissimi momenti vissuti in quegli anni”

E sabato al Franchi arriva l’Inter, con cui lei ha finito la carriera. Che tipo di partita si aspetta?

“Prevedo una gara piacevole, fra due compagini che vorranno mostrare le proprie qualità. Viene in un momento particolare, perché sono due squadre che devono riscattarsi dalla partita precedente, con i viola che hanno perso con l’Empoli e i nerazzurri che hanno visto sfumare all’ultimo secondo la vittoria nel Derby”.

Con la sconfitta subita per mano dell’Empoli l’Europa League è ancora possibile per i viola?

“Fino a quando la matematica lo permette, tutto sarà possibile. La Fiorentina non dovrebbe sbagliare nulla, mentre sarebbe necessario che quelle avanti perdessero punti per strada. Certo, se perdi ancora come hai fatto con l’Empoli allora sì che diventa tutto molto più complicato”.

Da exdifensore non posso non chiederle un parere sulla situazione Gonzalo Rodriguez, che sembra ormai vicino a lasciare Firenze. C’è chi dice che la Fiorentina punterà su Acerbi

“Beh, certe valutazioni le fa la società, quindi non mi permetto di discuterle. Le accetto da esterno e basta. Certo, parliamo di un ottimo difensore, che ha dato tanto a Firenze ma che forse viene penalizzato dal fattore età. Sia lui che Acerbi danno ampie garanzie, giocando sia a quattro che a tre”.

E poi c’è molta curiosità per vedere chi sarà il prossimo allenatore. Ha qualche preferenza?

“Ho sentito diversi nomi intorno alla panchina della Fiorentina. Pioli, Di Francesco, Giampaolo sono tutti ottimi allenatori. Insieme a quest’ultimo ho fatto tutti i corsi a Coverciano, con Eusebio ci siamo incrociati diverse volte sui campi, mentre Pioli mi piace come profilo”.

Da quali pilastri dovrà ripartire l’allenatore del futuro?

“Sicuramente dai giovani, perché ne ha tanti e di ottimo livello. Bernardeschi è sicuramente il primo di questi. Poi non dimentichiamoci una cosa, ovvero che l’anno prossimo sarà un anno importante, perché nel 2018 le prime quattro si qualificheranno in Champions League. Si tratta di una possibilità molto importante, che i viola dovranno tentare di cogliere”.

A proposito di Bernardeschi, h a un consiglio in particolare da dargli?

“Non penso ne abbia bisogno, perché sarà circondato senza dubbio da persone molto competenti. E’ giovane, si deve ancora affermare del tutto a livello internazionale, perché qui in Italia lo conosciamo tutti. L’unica cosa di cui ha bisogno è quella di giocare costantemente e questa soluzione Firenze gliela può dare senza alcun dubbio”.

Leggi Anche

SLIDE_SERIEA_01

Diritti tv, la risoluzione con Mediapro sarebbe legittima

Questo il parere del consulente legale della Serie A, Alberto Toffoletto, in merito al contratto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *