Home / Esclusive / ESCLUSIVA F1 – Delio Rossi: “Della Valle amareggiati, ma la loro è una provocazione. Mercato? La squadra sarà competitiva”

ESCLUSIVA F1 – Delio Rossi: “Della Valle amareggiati, ma la loro è una provocazione. Mercato? La squadra sarà competitiva”

Sono ore di apprensione e agitazione in casa Fiorentina. Le parole dei Della Valle, pubblicate verso le 17 con un comunicato sul sito ufficiale della squadra gigliata, hanno lasciato il segno e la piazza è spaccata fra chi esulta e chi guarda al futuro con occhi pieni di dubbi. La nostra redazione ha contattato in esclusiva Delio Rossi, allenatore della Fiorentina per gran parte della stagione 2011-2012: “Cosa penso? Che quando parlo della Fiorentina, parlo dei Della Valle, soprattutto in questi ultimi anni – Esordisce così ai nostri microfoni – So quanto tengano alla squadra e il fatto che siano arrivati a scrivere un comunicato del genere mi lascia pensare. Probabilmente si aspettavano un ritorno da parte della piazza che, invece, non c’è stato. Questa loro decisione è senza dubbio frutto di amarezza, dal momento che non vedono riconoscenza per quanto fatto di buono in tutti questi anni”

E adesso che cosa si devono aspettare i tifosi?

“Mah, in questi casi va a finire che nessuno si fa avanti e che la proprietà alla fine decide di tornare sui propri passi. La piazza è stata abituata bene fin da subito, con le tante qualificazioni in Europa e anche le prime esperienze in Champions. Si sono create aspettative troppo elevate”

Ma queste loro parole possono essere solo una semplice provocazione?

“Sì, certamente, possono anche essere state dichiarazioni per provocare la gente e vedere un attimo le reazioni che ne seguiranno. Delle volte c’è la necessità di tastare il clima che si respira intorno alla squadra”

Il mercato per ora parla solo di cessioni illustri, da Kalinic a Bernardeschi passando per Borja Valero. Secondo lei c’è l’intenzione di fare cassa prima di salutare tutti?

“Conoscendo i personaggi, non mi aspetto assolutamente una strategia del genere. I viola il prossimo anno saranno in grado di potersela giocare con le grandi e di lottare per l’Europa. Non sono ragionamenti di uomini e di imprenditori dalle loro qualità. Qualora dovessero andare via, lo faranno lasciando una società sana, sia economicamente che tecnicamente. Però ripeto: loro amano Firenze, continueranno a guidare la Fiorentina e lo faranno cercando di ottenere grandi risultati”

Certo, non deve essere facile nemmeno per Pioli…

“Mah, penso che Pioli sia stato avvisato di tutti i programmi e di tutti i pericoli verso i quali la Fiorentina poteva andare. Sicuramente sarà stato messo al corrente di certe situazioni e per questo motivo credo che il Mister sia sereno, perché sa che comunque sia il progetto verrà portato avanti”

 

 

Leggi Anche

MERCATO, Mourinho pronto a spendere 100 milioni per due difensori

Il Manchester United guarda in Italia per rafforzare il proprio reparto arretrato. Secondo il Guardian, Mourinho è deciso a spendere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *