Home / Esclusive / ESCLUSIVA F1, ANDREA SONCIN, “Chi infanga Astori che messaggio trasmette ai giovani? Io alla Fiorentina e quella notizia sul pullman. Chiesa…”

ESCLUSIVA F1, ANDREA SONCIN, “Chi infanga Astori che messaggio trasmette ai giovani? Io alla Fiorentina e quella notizia sul pullman. Chiesa…”

Andrea Soncin, professione attaccante. Doppio ex di Fiorentina ed Atalanta, detto il cobra, ha collezionato una quarantina di presenze con la maglia bergamasca, è stato uno degli idoli dell’Ascoli nell’annata in Serie A nel 2007 con una straordinaria stagione. Da Firenze è passato nella stagione 2003-04, erano anni complicati e diversi ma la città è rimasta nel cuore del cobra. Ecco l’ intervista esclusiva di FiorentinaUno ad Andrea Soncin:

Andrea, la spettacolare partita di ieri sera ha tirato fuori una favorita per raggiungere la finale?

“La gara di ieri ci dice che tutto può accadere, chiaramente l’Atalanta parte dal vantaggio di aver segnato 3 reti fuori casa, ed è un dato che può tornare utile in ottica qualificazione. Da spettatore la partita è stata uno spot per il calcio e per la Coppa Italia, molto spesso snobbata.”

Lei in carriera ha girato diverse squadre, ma di Firenze cosa porta dentro?

“Fu un esperienza molto importante che mi ha insegnato molto, arrivai alla Fiorentina relativamente giovane, anche se calcisticamente non rappresentò un passaggio molto felice per me, complice qualche incomprensione con l’allenatore della squadra in quel periodo, Cavasin. Però la citta è stupenda, la tifoseria anche, è sempre molto vicina alla squadra.”

Per calore ed entusiasmo hanno qualche punto in comune le tifoserie di Atalanta e Fiorentina?

“Sono due piazze che vivono in simbiosi con la squadra di calcio e sono molto legate a chi rappresenta la loro città. Ti danno molto e giustamente pretendono ma sono competenti e sanno giudicare bene gli atteggiamenti di chi indossa la maglia e chi siede dietro la scrivania. Sono stato bene nei due anni a Bergamo, al primo anno vincemmo la B e la stagione seguente disputammo un discreto campionato in Serie A, i tifosi furono sempre con noi.”

Lei è favorevole all’utilizzo del VAR? E cosa pensa delle critiche post-partita con l’Inter?

“Io sono favorevole, è uno strumento che permette di limitare gli errori, anche se una percentuale di sbagliare c’è sempre. In tante altre situazioni è stato utile ed ha evitato polemiche, non dobbiamo dimenticare che dietro l’uso di questa novità c’è sempre l’essere umano e decide uno: se lui vede una cosa diversa da quello che pensavano altre 40 persone poi è normale che nascano dibattiti.”

C’è qualche aneddoto particolare che ricorda della stagione passata in Toscana?

“Ricordo che il ritiro fu lunghissimo, ed in particolare un episodio che avvenne in quei giorni: eravamo in pullman e stavamo andando a giocare un amichevole a Lucca, ci arrivo l’ufficialità del ripescaggio in Serie B durante il viaggio ed esplose la gioia. La notizia circolava già dai giorni precedenti, però nessuno impedì i nostri festeggiamenti. Sarà sempre un piacevole ricordo, come quello di aver condiviso lo spogliatoio con un attaccante del calibro di Riganò, per me era un maestro.”

Unito alle polemiche degli ultimi giorni c’è chi ha infangato la memoria di Astori…

“Ci vuole rispetto, è una cosa assurda. Gente come questa non dovrebbe nemmeno avvicinarsi al calcio. Noi, invece, non dobbiamo mai dimenticare che il calcio non è solamente business e trofei, siamo seguiti da bambini e giovani, se leggono queste cose che messaggio diamo?”

Chi accusa Chiesa di essere un simulatore esagera?

“Credo che l’ultimo problema di Chiesa sia simulare viste le sue qualità nettamente superiori a questo aspetto. Sono esagerazioni per il semplice motivo che ogni calciatore ha il suo modo e stile di gioco, anzi, tante volte resta in piedi quando prende botte alle caviglie molto forti. Per certi giudizi c’è la tecnologia, sfruttiamola in quest’ottica.”

 

 

Articolo di Vincenzo Pennisi

 

Leggi Anche

VIDEO – BERNARDESCHI, L’ex viola regala la maglia ad un piccolo tifoso

Ecco il video pubblicato dal Twitter bianconero con l ‘ex calciatore della Fiorentina protagonista di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *