Home / Editoriale / Chi è Mounir Chouiar, il talentino che ha stregato la viola?

Chi è Mounir Chouiar, il talentino che ha stregato la viola?

In assenza di calcio giocato, le sporadiche notizie di calciomercato possono creare veri e propri immensi castelli di carte, perciò è sempre doveroso prenderle con le pinze, nonché, considerato il periodo, con i guanti. Sarà anche il caso di Mounir Chouiar, talentino francese (nonché marocchino) accostato alla Fiorentina, e piuttosto che paragoni con Chiesa, per via della simile propensione verso l’attacco, o con Ribery, per via dell’analoga prima nazionalità, sarebbe più utile procedere analiticamente ed evidenziare le statistiche e l’ultima stagione. Dunque, chi è e com’è Chouiar?

Ala sinistra, nonché, all’occorrenza, ala destra e trequartista; classe 1999, che il 2 settembre 2019, agli sgoccioli della finestra estiva di mercato, e una volta issata la bandiera bianca parmigiana conseguente a una smaterializzazione di un seppure blando interesse, passa dal Lens, squadra che lanciò Varane e Kondogbia, quest’ultimo per modo di dire, e iscritta alla seconda serie francese, al Digione, città della senape con una rosa disputante la Ligue 1. Possiamo tuttavia affermare con certezza che il giocatore non abbia sofferto alcun divario tecnico, anzi, le sue prestazione non ne hanno risentito e hanno contribuito all’esponenziale crescita del suo valore di mercato: si parla di circa 7 milioni di euro, che potranno, forse, s’un piatto, una volta apparecchiata la tavola delle negoziazioni. 2 gol e un assist in Ligue 2 con la maglia gialla, mentre 6 gol e 2 assist con la sua nuova maglia rosseggiante. 20 presenza fino a fine febbraio, periodo in cui segnò anche una doppietta, per poi rovinosamente slogarsi la caviglia e non poter scendere in campo per le due successive gare. Può essere utile a Firenze, un giocatore offensivo?Per la prossima stagione, Ribery avrà un anno in più, da non sottovalutare, Boateng ritornerà probabilmente senza nemmeno disfare le valige, per poi essere ceduto, Chiesa dovrebbe restare, così come Sottil, al quale non è stato concesso molto spazio, ed infine Ghezzal, che è appunto Ghezzal. Senza analizzare i vari Cutrone, Vlahovic e Castrovilli, con cui “ha in comune” la possibilità di giocare come trequartista, possiamo affermare, seppur con flebile voce, che potrebbe essere un buon rincalzo, non un titolare.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

MERCATO, Dall’Argentina: interesse concreto per Carrascal. Offerta viola a breve?

La Fiorentina segue attentamente Jorge Carrascal, centrocampista colombiano 22enne del River Plate. Secondo Olé, la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *