Home / blu / Cara Fiorentina, ti sei presa una grande responsabilità
MOENA (TN),ITALIA 10 LUGLIO 2016 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2016/2017 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. -  NELLA FOTO: BORJA VALERO.
MOENA (TN),ITALIA 10 LUGLIO 2016 - RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2016/2017 - ALLENAMENTO DEL POMERIGGIO. - NELLA FOTO: BORJA VALERO.

Cara Fiorentina, ti sei presa una grande responsabilità

Ha lottato. Ha resistito un paio di sessioni di mercato. Ma alla fine ha ceduto anche lui. Borja Valero saluta la sua Firenze. E la sua Fiorentina. Salvo sorprese, le prossime saranno le ultime ore da giocatore della Fiorentina. Lo aspetta l’Inter, con un triennale da circa 3 milioni a stagione. Borja guadagnerà bene, molto di più di quello che avrebbe guadagnato a Firenze. Ma questa è un’altra storia.

La storia che si chiude, con la Fiorentina, è ben più dolorosa. Cinque anni d’amore puro, dal Villarreal a Firenze. Un cammino intenso, nel quale ha conquistato l’amore dei tifosi giorno dopo giorno. Con la semplicità di un uomo normale, con una famiglia perfettamente immersa nel tessuto cittadino. Nessuno si sarebbe mai immaginato di dover salutare la famiglia Valero, perché il naturale compimento di tanto affetto non poteva che essere la fine della carriera in riva all’Arno, con conseguente ruolo in società. Per i romantici, in questo calcio, non c’è più spazio. E per lui non c’è stato più posto nella sua Fiorentina. Che ‘sua’, piano piano, non lo è più stata. L’addio di Pradè e Macia, via via quello di altri punti di riferimento, fino a quello recente di Gonzalo Rodriguez. La sua Fiorentina non c’è più da tempo.

Ma lui, stoicamente, voleva resistere. Per Rocio, per Alvaro e per Lucia. Voleva rimanere fino alla fine del suo contratto, in scadenza nell’estate del 2019. Sapeva bene che un rinnovo non sarebbe mai arrivato. Ma non gli importava. Oggi, a Firenze, vince chi lo ha spinto in ogni modo ad andarsene. Vince chi ha voluto tagliare il suo ingaggio e lo ha ceduto per una manciata di milioni di euro (nemmeno poi tanti). Giudicare adesso sarebbe probabilmente affrettato e fin troppo facile. I giudizi sono rimandati certamente alla fine del mercato, ma il concetto, al 21 giugno 2017, dev’essere estremamente chiaro: la società si è presa una grandissima responsabilità nel cedere Borja Valero, indipendentemente da chi arriverà al suo posto. Perché il clima di smobilitazione generale di queste ore può anche essere accettato, ma i sentimenti di una città non possono essere calpestati.

Leggi Anche

slide_parigini_01

Fiorentina, sondaggio per Parigini

Secondo quanto riportato da Tuttomercatoweb la Fiorentina avrebbe messo nel mirino il giovane Vittorio Parigini, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *