Home / News / Babacar, il figlio di Firenze esiliato. Di chi è stata la colpa? Ora tocca a Drago

Babacar, il figlio di Firenze esiliato. Di chi è stata la colpa? Ora tocca a Drago

La Gazzetta dello Sport di stamattina parla di Khouma El Babacar, un figlio di Firenze, Corvino è stato un padre per lui. Il problema erano semmai gli allenatori. Arrivò a Firenze nel 2007 iniziando dagli Allievi. Doveva andare all’Inter, non se ne fece niente. Dopo il settore giovanile le porte della prima squadra. «Ha un potenziale illimitato», disse di lui Prandelli. Nel 2012 iniziò a girovagare: prestiti al Racing e al Padova. Tanti infortuni, pochi gol, fino alla cavalcata con il Modena (20 reti). Logico il ritorno a Firenze, prima con Montella, poi Sousa, infine Pioli: nessuno ha visto però in lui il «9» titolare. E così a gennaio ha mollato. Dopo 27 gol in A con la Viola, va al Sassuolo. Anche Drago è un prodotto di Corvino. Che nel polacco (classe ’97) crede ciecamente. Nel giugno del 2016 lo ha portato a Firenze per 2,5 milioni. Istinto e forza fisica, tecnica da affinare. Qualche gara in coppa, una da titolare nello scorso campionato, una (con la Lazio) in questo a partita in corso. Non certo da ricordare. Oggi la rivincita.

Leggi Anche

slide_preziosi_01

GENOA, Anche il grifone si complimenta con la Lega

“Il Presidente Enrico Preziosi e tutto il Genoa Cfc ringraziano la Lega Serie A e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *