Home / blu / “Altro che Buffon…”, quando Sebastien Frey regalava alla Fiorentina il 4° posto (VIDEO)
slide_frey_03

“Altro che Buffon…”, quando Sebastien Frey regalava alla Fiorentina il 4° posto (VIDEO)


La sfida tra Fiorentina e Lazio, che si trattasse di casa o trasferta, ha sempre riservato emozioni e bel gioco. Quella di mercoledì al Franchi sarà una gara fondamentale per entrambe le squadre: il gruppo di Pioli cerca e vuole ottenere una vittoria, dopo lo sfortunato pareggio contro la Spal nella giornata di ieri, per assicurare l’egemonia sul 7° posto. Inzaghi e squadra invece lotteranno per il 3° posto, per ora conteso a pari punti anche dalla Roma, ma con l’Inter ad un punto di distanza.

Per ora i precedenti sono a favore delle aquile, ma non di molto. 50 vittorie per la Lazio di cui 33 in casa. Per la Fiorentina invece 46 vittorie, di cui 14 all’Olimpico. I pareggi sono 40 tondi, per un totale di 136 gare disputate tra le due squadre.

L’obiettivo per entrambe le parti nella giornata di mercoledì sarà uno solo: il successo per agguantare definitivamente l’Europa. La Fiorentina è reduce da una scia molto positiva di 6 vittorie e un pareggio per un totale di 7 risultati utili consecutivi. La Lazio arriva da una serata-incubo in Europa League a Salisburgo, dove i biancocelesti si sono visti sbattere in faccia, con una super rimonta degli austriaci, le porte della semifinale nonostante il risultato molto incoraggiante ottenuto all’Olimpico. Domenica sera il Derby fermo sullo 0-0 disputato contro la Roma.

Tornando indietro nel tempo sono state molte le sfide che hanno visto le due squadre guerreggiare ad alti ritmi: dall’incontro della stagione 2012/2013, anno della rinascita sotto Montella, quando la Fiorentina vinse per 2-0 con un bellissimo gol di Adem Ljajic e una rete da puro attaccante di un ritrovato Luca Toni. Ma c’è una gara ancora più particolare e ancora più indietro nel tempo, un incontro che forse non tutti i fiorentini ricordano. Parliamo del Fiorentina-Lazio dell’8 febbraio 2009, una normale domenica di campionato: la Fiorentina di Cesare Prandelli lotta per agganciare il quarto posto, valido per l’accesso ai preliminari di Champions League. La partita allo stadio Franchi inizia e prosegue a senso unico per i biancocelesti, che attaccano senza pietà l’area di rigore. La fortuna della Fiorentina però in quel giorno risiedeva in un ragazzone con la maglia gialla e la barba alla “Wolverine“, Sebastien Frey. Il portierone francese durante la gara salvò letteralmente la Fiorentina da una goleada quasi certa. Al 3′ minuto Pandev arriva sottoporta e lascia partire un sinistro che Frey respinge e si ripete al 15′ con Zarate che si vede innalzare un muro davanti a sé. Nel frattempo, al 18′ minuto, De Silvestri viene espulso per doppia ammonizione e la Lazio rimane in 10. Al 40′ Felipe Melo compie una follia a centrocampo fermandosi e credendo di aver subito un fallo che De Marco non ha mai fischiato e consegnando il pallone a Pandev che in contropiede serve Zarate. L’argentino calcia ma davanti c’è ancora un super Frey, che per la terza volta in 40 minuti salva la sua squadra. Nel secondo tempo Frey salva per la terza volta un’imboscata della coppia Pandev-Zarate, con una parata sul primo palo sul tiro del solito Maurito.

All’89‘ accade l’incredibile: iniziativa di Adrian Mutu che dalla destra si accentra e lascia partire un destro velenoso. Muslera respinge corto e sul pallone arriva Alberto Gilardino a mettere dentro. La Fiorentina va in vantaggio e vince la partita, il quarto posto si tinge definitivamente di viola. Ma l’artefice del successo della squadra quel giorno non poteva che essere Seba Frey, probabilmente uno dei più forti portieri in circolazione in quel periodo.

Qui sotto gli highlights della partita con la telecronaca laziale di Guido De Angelis, che alla seconda parata di Frey esclama: “altro che Buffon“.

Leggi Anche

saponara_8

MERCATO, Un club insiste per Saponara

Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, la Sampdoria lavora per arrivare Riccardo Saponara della Fiorentina. Continua il pressing dei blucerchiati per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *