Home / News / AGAZZI, Risolto il contratto con la Cremonese: “Il calcio passa in secondo piano con l’emergenza”
Coronavirus

AGAZZI, Risolto il contratto con la Cremonese: “Il calcio passa in secondo piano con l’emergenza”

Michael Agazzi ha risolto il suo contratto con la Cremonese. Il motivo? L’emergenza Coronavirus. Questo il post nel quale motiva la scelta: “La mia è una decisione sofferta ma ponderata. Mi sono reso conto che nella situazione causata dal contagio da Covid-19 il mio amato calcio è passato in secondo piano. Credo che le società di calcio, pur facendo il massimo sforzo per consentire ai propri calciatori di lavorare in sicurezza, non riescano a garantire al 100 per cento la tutela della loro salute. E questo mi spaventa! Vedo inoltre che all’orizzonte starebbe per profilarsi un lungo periodo di ritiro, al quale risponderei: ‘No’. Negli ultimi anni, pensando al futuro, ho cercato di mettere in cima alle mie priorità la mia famiglia! Di conseguenza le mie scelte sono state e sono funzionali ad essa. Congruo con me stesso e i miei principi ecco la volontà di interrompere il rapporto di lavoro in ragione del fatto che nutro profondo rispetto nei confronti di chi mi ha onorato come persona e atleta”. 

A seguire il comunicato ufficiale della Cremonese: “L’U.S. Cremonese comunica l’avvenuta risoluzione consensuale del contratto con il calciatore Michael Agazzi. L’atto è motivato esclusivamente dalla precisa volontà del calciatore di interrompere il rapporto per ragioni strettamente personali. L’U.S. Cremonese ringrazia sentitamente Michael per la professionalità dimostrata sul campo e nel lavoro quotidiano durante la sua esperienza in grigiorosso e per il senso di responsabilità racchiuso nella scelta di concludere anticipatamente il rapporto di lavoro in essere con la Società in seguito alle proprie scelte di vita”.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

CORSPORT, Amrabat al battesimo di fuoco nerazzurro

Battesimo di fuoco per Sofyan Amrabat. Assente alla prima contro il Torino sarà contro l’Inter l’esordio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *